Sentieri Vol. 2 - AA.VV. - ISBN 978-8894946185

Autore : Ida Daneri
Anno di produzione : 2020
Casa Editrice : AUTOPRODOTTO
Genere letterario : Narrativa-racconti - Fantasy contemporaneo
Formato : Cartaceo




Recensisci Opera

ACQUISTA

Maschere di sangue

Sfavillio di luci e gioielli, silenti voli di sete preziose nell’aria, profumi pregiati che aleggiano indiscreti, mentre aromi speziati, di vini dal sanguigno lucore, si sprigionano dai calici di purissimo cristallo.
E’ festa, è Natale!
E’ Natale nell'antica dimora dei Biancamano.
Leviamo i calici e chiudiamo gli occhi davanti all’ipocrisia.
L’immenso potere del denaro fa inchinare davanti al padrone di casa, da poco onorevolmente scagionato da ineffabili accuse di vampirismo, amici e nemici di sempre, mentre calici colmi di squisito nettare, che dona l’oblio e placa la sete, si levano a festeggiare qualcosa in cui nessuno dei presenti ha mai creduto, né mai crederà.
Succubi spauriti e Figli arroganti, Nipoti scalpitanti e Novizi eccitati; uomini di scienza e poeti in cerca di facile fama, prezzolati giornalisti che vendono a caro prezzo notizie insidiose che alterano la realtà: sono riuniti sotto la sontuosa volta affrescata, in un’assurda e blasfema festa mascherata, danzante carosello di simulazioni.
Mancano solo i Difensori del Sangue: i nemici giurati della nostra razza dannata hanno troppe morti cui pensare.
Anche il Creatore è assente. I suoi occhi di rubino non sono qui a scrutarmi: ha troppi trionfi da festeggiare nella sua solitaria e malvagia oscurità.
Mi guardo adagio intorno, scruto iridi nascoste dietro ricercate maschere di piume leggere e preziosi merletti.
Rosso di sangue, nero di follia, giocano gli scacchi sul tuo volto, ancora bello pur se ingiuriato dal tempo, focosa Amelia: occhi profondi e sorriso impudente, corpo di bimba troppo cresciuta in abiti lussuriosi che fasciano la tua audace femminilità.
Lasci il braccio stanco di Rodolfo, il tuo Succube reso incerto da estenuanti anni di dominio, e ti avvicini a me che, come tanto, troppo tempo fa, sono di nuovo la preda più interessante ora che, indiscutibilmente, sono tornato a essere il preferito del Creatore, depositario dei suoi ordini e del suo potere. Mi offri il tuo sorriso e lo accompagni con il lieve ondeggiare del ventre, offerta che un tempo non sapevo rifiutare.
Ma io sono cambiato, Amelia, sono molto diverso dal giovane Novizio che cadeva ai tuoi piedi, avido di possedere il tuo corpo dissoluto, dispensatore di piaceri sconosciuti in cambio di un sorso di energico sangue. Oscene promesse dalle tue labbra, di scuro carminio dipinte, e bagliori dai tuoi occhi, neri come i miei, rifugio della più assoluta oscurità.
Levo sicuro il mio calice, rosso come il sangue rubato a troppi innocenti, e sdegnoso respingo la tua provocante profferta: sono un Figlio, ora, e so ciò che voglio, anche se non potrò mai accarezzare il mio sogno, dolce ideale che il mio passato mi nega.

La raccolta antologia comprende il mio racconto "Maschere di sangue", 9° classificato nell'11a edizione del concorso letterario nazionale "Sabrina Savino".

Potete leggere il racconto sul mio blog: Maschere di sangue