Come sarebbe stato

Autore : Fabio Piana
Anno di produzione : 2021
Casa Editrice : Edizioni La Gru
Genere letterario : Narrativa-racconti - Prosa poetica
Formato : Cartaceo




Recensisci Opera

ACQUISTA

LA LEGIONE STRANIERA


Lui ci pensò. Anzi no. Abdicò.
Un uomo con i baffi gli aveva consigliato di arruolarsi. I baffi avrebbero voluto. Lui no.
Eppure ora nuovamente pensava: se fosse partito, come sarebbe andata? Avrebbe preso un aereo, raggiunto una sede di ferro e iniziato l’addestramento. Gli avrebbero tolto il nome, le mutande e il cappello. Anche se non lo aveva. Di sicuro i capelli sarebbero diventati zero, grazie al rasoio e all’invecchiamento precoce.
Misurazione. Alta pressione. Direzione. Tutti in riga. Una riga in testa e Avanti, march!
Sudore. Massi a rotolare sulla schiena. Schiena che si srotola sui sassi.
Poi il manganello che grida e le orecchie che sputano sangue.
L’uomo che sviene e ne viene dalla bocca, costretto poi a slinguazzare sangue e sabbia da un piede schiacciato sul collo.
Poi la doccia. Saponette che sbraitano sul piatto doccia, in attesa di sapere chi sarà il prossimo a farsi manganellare il culo lubrificato d’acqua sporca.
E infine, senza fine, la guerra.
La guerra che marcia in eterno divorando corpi e asfaltando
anime. Umanità bellica che danza al ritmo di mitragliatrici automatiche.
Automi che deragliano a ritmo fulmineo su un treno di sola andata.
Sempre così.
Quindici anni a farsi sfracellare di pedate in bocca, per finire
a trentotto anni con una pensione che sarebbe servita per una
dentiera extralusso e per un trapianto di cervello in una rinomatissima clinica di New York.
Finis.
Si tagliò i baffi che non aveva mai voluto e smise di pensare.


La prosa poetica di Come sarebbe stato, ci catapulta tra le storie di persone che avrebbero potuto compiere una determinata scelta piuttosto che un'altra. Storie di treni di vita persi, oppure volontariamente evitati. Alcuni per paura, altri per saggezza.